La ermolli organizzazione corse si avvale di personale specializzato con abilitazione di secondo livello UNI EN ISO 9712 per effettuare controlli non distruttivi sulle saldature e componenti forgiati o ottenuti per asportazione di truciolo.
I controlli non distruttivi (CND) sono una tecnica di esame che non altera la struttura del materiale in esame e ha lo scopo di individuare difetti superficiali o interni al volume del componente esaminato. E’ possibile rilevare indicazioni lineari o puntiformi accettabili o meno a secondo dei criteri di accettabilità richiesti o per contro cricche mai accettabili. Queste analisi permettono di prevenire rotture o monitorare lo stato di usura di un componente meccanico. La ermolli organizzazione corse può effetturare CND con iquidi penetranti (LP) o magnetoscopia (MT).
I controlli effettuati tramite LP si basano sul principio di capillarità  dei liquidi (di colore rosso) che, penetrando nei difetti superficiali eventulmente presenti, vengono poi evidenziati da una sostanza rilevante (simile a un talco).
I controlli MT sfruttano le proprieta ferromagnetiche dei metalli andando a magnetizzarli creando una differenza di potenziale sui difetti superficiali. Le paricelle magnetiche presenti nei liquidi rilevanti si concentrano in prossimità delle cricche o indicazioni e vengono quindi eviden ziate.
Nell’ambito delle auto da corsa d’epoca è obbligatorio effettuare tali controlli ogni due anni su determinate categorie di F1 e Sport come da NS14 per le quali vanno rilasciati certificati di idoneità secondo i criteri di accettabilità richiesti.